Protesi

PROTESI FISSA

Per mezzo della protesi fissa è possibile ripristinare l’integrità funzionale ed estetica dell’apparato masticatorio, mediante l’utilizzo di “denti artificiali”, costruiti in laboratorio, che prendono il nome di CORONE.

Nella maggioranza dei casi la protesi fissa definitiva è sempre anticipata da denti “provvisori”.

La realizzazione della protesi definitiva avviene dopo un adeguato periodo di tempo, in modo da permettere ai tessuti gengivali di maturare e di adattarsi al provvisorio (es. nei casi sottoposti a terapia parodontale almeno 3/6 mesi dopo l’ultimo intervento chirurgico).

Le corone definitive posso essere realizzate con diversi materiali e attualmente i più utilizzati sono in metallo-ceramica o solamente in ceramica.

La scelta del materiale con cui verrà realizzata la protesi definitiva dipende da vari fattori, quali esigenze estetiche, discromie dei monconi, insufficienti spazi protesici tra le due arcate e presenza di parafunzioni (serramento e/o digrignamento dei denti).

PROTESI MOBILE

La protesi rimovibile garantisce la sostituzione di uno o più denti mancanti con delle protesi che non sono fisse in bocca, ma si attaccano ai denti con dei ganci oppure con degli attacchi. Il paziente deve rimuovere le protesi dalla bocca ogni giorno per pulirle.

Le protesi rimovibili sono rappresentate dagli scheletrati (con ganci e attacchi) e dalle protesi totali o “dentiere”.

Le protesi scheletriate sono costituite da una parte metallica, da una parte in resina e da denti preformati in resina o ceramica. La parte metallica è costituita da una lega in cromo-cobalto-nichel. In metallo sono anche i ganci che attaccano la protesi ai denti residui. Recentemente sono stati proposti anche ganci bianchi in resina acetalica che però hanno una resistenza e ritenzione minori.

Le protesi totali o “dentiere” sono completamente in resina e i denti possono essere in resina o ceramica. Per avere una buona stabilità la protesi totale superiore dovrebbe coprire completamente il palato.

Con le protesi rimovibili non è possibile ottenere lo stesso risultato in termini di stabilità, efficienza e estetica delle protesi fisse o su impianti, tuttavia possono rappresentare una soluzione di compromesso accettabile.

Anche questo tipo di protesi per funzionare bene, nei limiti delle loro possibilità, richiede un’attenta progettazione e una precisa esecuzione sia da parte del protesista sia da parte dell’odontotecnico.

Le protesi rimovibili devono essere annualmente verificate ed eventualmente adattate ai cambiamenti delle mucose.

Aree Mediche